Brasile: Non solo carnaval e futebol

Posted in: Brasile
Tags:

il-sertao-del-cariri-viaggio-brasile

Regione di grande bellezza naturale e culturale, il sertão del Cariri prende nome dagli indios che vi abitano da tempi immemorabili: i Cariri, cioè i “silenziosi” in lingua Je.

Tra il 17° e il 18° secolo, i Cariri riuscirono ad aggregare altri gruppi indigeni della zona e della Valle del fiume Jaguaribe (jaguaribas, canindés, jenipapos, tremembés e altri) dando vita ad un movimento di resistenza che si oppose per più di trent’anni alla conquista e al dominio portoghese prima e poi ai bandeirantes paulistas, i cacciatori di indios provenienti da San Paolo che arrivavano nel sertão del Cearà per impossessarsi dei loro territori per destinarli al pascolo del bestiame.

All’inizio del 18° secolo, una spedizione militare risalì la valle del rio Jaguaribe fino al Cariri, massacrando tutti gli indios che incontrava lungo la strada, consegnando quelle terre nelle mani dei fazendeiros. Con la morte di Mandu Ladino, ultimo leader Cariri, il nord est indigeno è ridotto al silenzio.

Dagli incontri furtivi tra soldati, vaccari, commercianti e piccoli fazendeiros portoghesi da un lato e le donne indigene catturate dall’ altro, nasce pian piano il popolo nordestino, un popolo meticcio che convive con il bestiame e con questo apprende l’arte della lavorazione del cuoio e ad essiccare la carne. Un popolo capace di percorrere a piedi enormi distanze, che dorme nelle amache, mangia carne salata, fagioli e farina di manioca e vive nell’isolamento della vastità del sertão.

Visto che il pascolo nel sertão era poco e l’acqua scarsa, i recinti si espandevano, dando origine agli attuali latifondi, creati sul lavoro e sul sudore dei sertanejos. Il vaccaro nordestino rappresenta dunque questo popolo caboclo, meticcio, che ha quasi totalmente dimenticato le sue origini native, sebbene conservi molti aspetti del mondo culturale indigeno. Più tardi, quest’anima indigena si manifesterà nuovamente nei movimenti religiosi messianici di Antonio Conselheiro e del Beato Zé Lourenço.

Dona con Paypal
Change this in Theme Options